Inhalt

Abete bianco

Acero

Betulla

Pero

Faggio

Abete di Douglas

Castagno

Tasso

Quercia

Ciavardello

Ontano

Frassino

Abete rosso

Carpino bianco

Pino silvestre

Ciliegio

Larice

Tiglio

Noce

Pioppo

Platano

Robinia

Abete bianco

Olmo

Pino cembro


abete bianco non laccato/laccato

Abete bianco

Altri nomi commerciali
Tedesco Tanne; Weiß, Silber, Edeltanne
Inglese Silver fir
Nome botanico Abies alba Mill.
Abbreviazione AB (ÖNORM: TA 1), EN: ABAL 2))

Informazioni storico-culturali

Poiché il legno di abete bianco si spacca facilmente, gli uomini del neolitico lo utilizzavano per produrre tavole, sebbene a quel tempo non esistesse ancora la sega. Nei pressi del Mondsee (lago nella zona di Salisburgo) per la costruzione di piroghe uguali tra loro, una tradizione esistente da oltre 4000 anni, il materiale ideale era dato da grandi abeti bianchi. Per i navigatori d’altura dell’età moderna, queste piante fornirono il legno per gli alberi delle navi. Assenza di resina e di rami per lunghi tratti; questo legno all’apparenza modesto, è oggi nella sua doppia semplicità un piacevole legno per mobili, che si guadagna la stessa considerazione dei legni pregiati nostrani.

Informazioni generiche

Nonostante la sua scarsa presenza nei boschi austriaci (ca. il 4 % in quelli di produzione), l’abete bianco è una specie importante nei boschi misti, per l’apparato radicale profondo e gli aghi velocemente decomponibili (humus). L’albero sviluppa con gli anni una chioma appiattita, definita a nido di cicogna. I rami sono verticillati ed inseriti quasi orizzontalmente. Gli abeti bianchi possono raggiungere i 500 – 600 anni, per l’utilizzazione del legno vengono tagliati a 90 – 130 anni.

Caratteristiche del legno

Gli anelli annuali sono chiaramente riconoscibili, con passaggio graduale tra legno primaverile e tardivo. Il legno biancogiallo, che può anche assumere riflessi grigi o grigiovioletti, diviene più scuro alla luce del sole. I rami dell’abete bianco hanno una colorazione più scura rispetto a quelli dell’abete rosso, sono circolari e talvolta circondati da anelli neri (spesso nodi cadenti). Il cuore bagnato dell’abete bianco, che compare a volte, nel quale il durame nelle piante appena tagliate ha un contenuto idrico del 100 % invece che del 40 %, può avere due tipi di cause: nel cuore bagnato degli abeti sani la colorazione bruna causata da batteri, parte solitamente dai rami morti della chioma. Esso si sviluppa all’interno del durame ed ha forma regolare. Un cuore bagnato patologico che, in abeti morenti, si sviluppa da ferite nella parte basale del fusto e si espande verso l’alto, ha invece forma irregolare e penetra fin nell’alburno.

Proprietà

Il legno di abete bianco è pesante come quello dell’abete rosso (massa volumica secca di 410 kg/m3), alcune indicazioni in letteratura lo indicano più leggero. Lo stesso vale per le caratteristiche di resistenza. Possiede una buona stabilità, si ritira mediamente e si spacca particolarmente bene. Si possono applicare bene tutti i processi di trattamento della superficie. L’abete bianco si essicca bene. A causa del possibile cuore bagnato non dovrebbe essere mescolato all’abete rosso (nelle costruzioni incollate esso viene scartato). La tendenza a scheggiarsi può portare a problemi nella lavorazione di profili acuti. Per quanto riguarda la durabilità naturale questo legno rientra come l’abete rosso nella classe 4 (poco durevole), l’impregnabilità è media. Il legno di abete bianco ha una notevole resistenza agli acidi e alle basi.

Impieghi

L’abete bianco viene impiegato generalmente come l’abete rosso, solitamente senza distinguere le due specie. Esso serve da legname da costruzione, elementi massicci, tavole massicce, finestre, porte, scale, pavimenti, facciate, balconi, rivestimenti di pareti e soffitti, mobili, imballaggi, cassette. Esso viene preferito laddove il contenuto di resina dell’abete rosso è indesiderato. Per tale motivo viene impiegato per i contenitori di sostanze chimiche liquide. Nella costruzione di strumenti musicali funge da legno di risonanza per strumenti a corda con toni bassi.

Legni simili

abete rosso

L’abete bianco è una specie sciafila (ombrivaga) e raggiunge altezze di 40 m. La corteccia è grigio-argento-bianco e si stacca in squame angolose. Gli aghi sono piatti ed con la punta smarginata.Sulla pagina inferiore si trovano due strisce longitudinali cerose bianche. Le pigne sono erette e si disgregano con la fuoriuscitadei semi, lasciando sui rami solamente le rachidi nude.

Blatt und Frucht Tanne