Inhalt

Legno protagonista a EXPO 2015

redigere 05.03.2015

24 padiglioni nazionali, 31 edifici dei cluster tematici, tutte le architetture di servizio e alcuni edifici delle aree tematiche che hanno in comune il fatto di essere completamente realizzati in legno. Circa duemila autotreni di materiale sono arrivati a Milano in questi mesi, trasportando soprattutto abete austriaco, insieme a cipresso, larice giapponese, legno nepalese, bambù, pino radiata, rendendo il legno uno dei materiali costruttivi più utilizzati per questa esposizione universale votata alla sostenibilità. Spettacolari i molteplici utilizzi del materiale, soprattutto nei padiglioni nazionali, come quello dell’Austria, all’interno del quale si riproduce un vero e proprio bosco, o quello del Cile, con un'importante struttura in lamellare di pino radiata alta 12 metri e sospesa su sei pilastri tripartiti in acciaio, o la Spagna, completamente realizzato in XLAM, 8.000 metri quadrati di pannelli che disegnano una struttura a due navate, come fossero delle enormi serre. E non manca un cenno di umorismo, come per il padiglione della Coca Cola, con una struttura completamente in lamellare, così come le sagome della famosa bottiglia Contour che ne decorano i prospetti, o il padiglione malese, rappresentato da tre strutture ovaleggianti auto portanti lamellare nazionale, che vogliono idealmente rappresentare tre enormi chicchi di riso, fortemente legati alla tematica di EXPO per "Nutrire il pianeta. Energia per la vita". Uno specifico approfondimento sulle costruzioni in legno per EXPO sarà inoltre presente all'interno del prossimo numero di Materialegno.

Sorvola l'area di EXPO con il drone!