Inhalt

Casa Hoval

Zanica(BG), Italia

Con un periodo di realizzazione di soli 6 mesi (dal 4 Marzo al 29 Settembre 2014), Casa Hoval è la nuova sede che rispecchia i principali cardini dell'azienda e dei suoi prodotti, ovvero efficienza energetica e sostenibiità ambientale. 

Con Casa Hoval ci si è posti l'obiettivo di costruire un nuovo modello di edificio energeticamente efficiente, che potesse stabilire nuovi standard a livello qualitativo e di tempistiche di realizzazione, con valori monitorabii nel tempo: un edificio certificato Cened Classe A+, Casaclima Work&Life e Minergie.  

Il progetto

Nel mese di Settembre 2011 viene indetto un concorso per la realizzazione della nuova sede Hoval. Il progetto ideale di azienda in Classe A ad elevata efficienza energetica doveva rispondere a specifici requisiti di sostenibilità e di responsabilità sociale. Si richiedeva un'architettura ricercata nel suo minimalismo, che permettesse al'interno di dialogare con l'esterno e che al visitatore trasmettesse un mood particolare. Anche gli ambienti di lavoro dovevano seguire i principi della bioarchitettura, garantendo la massima luminosità naturale e trasparenza delle attività. Si richiedevano anche vaste aree dedicate alla logistica e un capace magazzino collegato agli uffici. L'intero progetto doveva inoltre riflettere in ogni sua parte i valori del brand.

Tra i quattro progetti che hanno partecipato alla gara è risultato vincitore il concept proposto dallo Studio Solarraum di Bolzano

L'edificio si divide in due settori: il blocco uffici rivolto verso nord e il magazzino orientato verso sud. Il collegamento è fluttuante e la tettoia rossa unisce i due corpi. Le piante sono semplici e ineari. Per garantire uno sfruttamento ottimale della luce diurna e della distribuzione degi spazi, nel centro dell'edificio degli uffici è collocata una corte verde e piena di luce, che separa i locali del piano terra dalla principale zona di passaggio. 

Un elemento chiave della nuova Casa Hoval è il Cubo Rosso, visibile anche da lontano come segno distintivo dell'azienda. Questo non è solo una sala di formazione, ma è un vero e proprio showroom multimediale. Qui si offre al visitatore, attraverso un'esperienza sensoriale che coinvolge i 5 sensi, la possibilità di percorrere, con simulazioni ad hoc, le 6 zone climatiche d'Italia. Mentre all'esterno il Cubo Rosso è l'elemento dominante dell'edificio, al suo interno predomina un allestimento essenziale e minimale: il pavimento, le pareti e i soffitti sono lisci e bianchi, come l'arredamento interno, ad eccezione degli schienali rossi delle sedie. 

Il progetto strutturale come concetto di base, prevede la massima standardizzazione possibile e un’efficiente uso delle risorse a disposizione, considerando anche il ciclo di vita dell’intero edificio, considerando la sua totale scomposizione, il riciclo e lo smaltimento a ciclo esaurito.

Il progetto strutturale di Casa Hoval si è basato da un lato, sul rispetto delle esigenze funzionali e dall’altro sull’economicità dell’intervento.
 Partendo da queste considerazioni, per il magazzino sono state realizzate fondazioni tradizionali in calcestruzzo, mentre per la struttura, pilastri in acciaio con travi di copertura in legno lamellare. Il tutto isolato con pannelli sandwich in poliuretano.

Per la palazzina uffici, per motivi di irrigidimento antisismico oltre alle fondazioni, anche il vano ascensore e un setto sul perimetro sono stati realizzati in calcestruzzo. La struttura portante verticale è in pilastri in acciaio con solai in lamiera grecata con getto in calcestruzzo collaborante, appoggiati su travi in acciaio.

Il cubo a sbalzo sul lato nord invece è sorretto da due lame in legno lamellare e interamente costruito in struttura intelaiata in legno, mentre i solai del pavimento e della copertura sono in legno lamellare a strati incrociati. L’intero involucro è stato chiuso con pareti prefabbricate in legno a struttura intelaiata, con un elevato utilizzo di materiali termoisolanti per raggiungere il livello energetico previsto.

Per il riscadamento e il raffrescamento di Casa Hoval sono state adottate souzioni Hoval tecnologicamente performanti, abbbinate ad un impianto radiante a soffitto alimentato direttamente dalla seconda attrazione di questa nuova sede: la Centrale Termica, che si trova all'ingresso dietro una grande vetrata, in modo da essere mostrata soprattutto ai visitatori e agli ospiti. Sul tetto invece si trova un impianto fotovoltaico che copre in parte la produzione di energia elettrica. 

 

 









Foto credits Hoval