Inhalt

Casa MM

Varese, Italia

La casa sorge alle pendici del Campo dei fiori, in una magnifica posizione che abbraccia la conca del Lago di Varese e dalla quale lo sguardo va oltre la sponda ovest del Lago Maggiore, verso l’arco Alpino, dal Monte Rosa al Monviso.

L’edificio si dispone nella proprietà in cerca del sole e della vista migliore. Un semplice manufatto, contenendo il terreno declinante, definisce alla quota superiore il piano della fondazione, mentre al livello inferiore individua i posti auto (1), un locale di deposito (2) e la zona destinata all’area ecologica (3).

Una ‘rotazione’ impressa al volume originario genera in pianta un’impronta trapezoidale, il cui senso si trova nella volontà di inquadrare il paesaggio lacustre e anche di permettere l’affaccio al sole del sud del soggiorno (4), della loggia (5) e delle camere da letto (6).

Il percorso di accesso svela progressivamente il semplice volume della costruzione conducendo all’ingresso, situato sul lato settentrionale e indicato da una piattaforma sporgente.

La piattaforma sporgente, sorta di “anta scorrevole”, nel segnalare l'entrata dell'abitazione libera alla luce le aperture dell’ingresso, del bagno di servizio e del locale tecnico, il tutto impreziosito dal rivestimento in larice non trattato.

A nord si collocano i locali tecnici e di servizio, mentre gli spazi di vita si dispongono a godere della luce del giorno, con ampie aperture fisse e ante apribili protette da schermature solari a lamelle mobili. La zona giorno è protetta a sud-ovest da un loggiato; un particolare dispositivo architettonico consente di illuminare le parti più profonde del soggiorno.

L’involucro definisce un volume semplice e stereometrico, segnato dalle aperture vetrate e dalle incisioni dell’ingresso e della loggia.

Sul fronte est, tre aperture vetrate di diverse dimensioni dialogano con l’ampio ingresso a destra e con il pluviale scultoreo a sinistra.

La casa ha struttura in legno(pannelli XLAM) e impiega materiali naturali ovunque possibile. L’isolamento è in fibra di legno, i pannelli di finitura in gesso-fibra, le tinteggiature sono a base di calce così come le finiture della cucina e dei bagni in tadelakt. L’efficienza energetica elevata e l’impiantistica di avanguardia consentono scelte radicali, come ad esempio la rinuncia alla fornitura di gas metano: piastre a induzione sostituiscono i fornelli in cucina e una pompa di calore alimentata da un impianto fotovoltaico sostituisce la tradizionale caldaia.






Immagini degli esterni e ritratti dei progettisti dello studio Ecoarch , da sinistra arch. Mauro Rivolta e arch. Davide Ferrari

Credits Ecoarch, fotografie di Marco Reggi

SCHEDA DELL'OPERA


Ubicazione
: Comerio (VA)
Progetto architettonico:  Studio Ecoarch architetti Contavalli e Rivolta
Strutture in c.a.: ing Andrea Meschini, Varese
Calcolo strutture in legno: ing Roberto Belfiore, Varese
Strutture in legnoBianchi_Ferraro, Brebbia (VA) 
Durata lavori: 9 mesi (dagli scavi alla consegna delle chiavi)
Superfici coperta: 172mq
Superficie utile totale: 120mq
Tipologia edilizia: casa unifamiliare
Classificazione energetica: A+ 
Sistema costruttivo: X-LAM
Trasmittanze
parete 0,17 W/(m2 K);
copertura 0,21 W/(m2 K);
pavimento su vespaio 0.17 W/(m2 K);
componenti finestrati da 0,87 a 1,16 W/(m2 K)
Impianti: Pompa di calore aria/acqua + 14 pannelli FV (4,5 Kwp)

DOWNLOAD presentazione di CASA MM